Per 2018 rinnovato l’accordo con il brand svizzero “NOENE”.

vettoriale Noene

Per  il 2018…. NOENE.. Silver Sponsor del Fidal Mountain Running Grand Prix Sud.

RINNOVATO l’accordo con l’importante Azienda  Svizzera  NOENE .

Le solette high-tech Noene® assorbono e disperdono fino al 98% delle vibrazioni negative derivanti dall’impatto del piede con il terreno. Tali vibrazioni sono tra le principali cause delle infiammazioni e dolori alle articolazioni, alla schiena e alla cervicale. Swiss Made e uniche della propria categoria, al mondo, ad avere il riconoscimento di Dispositivo Medico di Classe 1.

PER CHIUNQUE, IN QUALUNQUE MOMENTO DELLA GIORNATA …………… Le solette ed i plantari NOENE® sono raccomandati per tutte le età e per tutti i tipi di attività, soprattutto per gli sportivi. Nella pratica dello sport intensa o moderata, NOENE® ti aiuta a prevenire il futuro insorgere di problemi e anche di alcune gravi patologie articolari e muscolari. Un tempo, i nostri antenati camminavano su superfici morbide, capaci di assorbire le onde d’urto che si producono a ogni passo. Ai giorni nostri, quasi sempre camminiamo su superfici dure, come l’asfalto. Quando pratichiamo sport o svolgiamo quotidianamente un lavoro che richiede di stare molto tempo in piedi, le nostre articolazioni ne risentono. Le onde d’urto producono un effetto nocivo che si propaga dalle caviglie fino alla nuca e può sfociare in problemi che in casi estremi risultano molto dolorosi. Queste vibrazioni con il loro effetti nocivo si propagano a tutti i punti nevralgici dell’apparato locomotore, provocando microtraumi prolungati che a loro volta possono generare : Talalgias (dolore acuto nell’area del tallone) Periostite (infiammazione del periostio o membrana che ricopre l’osso) Fratture da stress Dolori articolari ai piedi, alle ginocchia, alle anche, alla schiena e anche alla base del cranio. NOENE® assorbe e disperde le vibrazioni nocive evitando che danneggino il nostro corpo. Il risultato: diminuisce la sollecitazione delle nostre articolazioni prevendendo di conseguenza l’insorgere di problemi. Gli effetti benefici di NOENE® non tardano a farsi notare.

Per il sito clicca qui 

CERIMONIA DI PREMAZIONE,CAMPIONATO INTERREGIONALE DI CORSA IN MONTAGNA 2017 FIDAL-SUD

LA PREMIAZIONE DEL CAMPIONATO INTERREGIONALE DI CORSA IN MONTAGNA FIDAL SUD 2017 , DOPO RUVO BA 2015 / CHIAROMONTE PZ 2016 .

SI TERRA’  SABATO 13 GENNAIO ORE 16.00 A CASTROVILLARI CS PRESSO LA SALA CONSILIARE DEL COMUNE, IN CORSO GARIBALDI .

ANTICIPATA ALLE ORE 15.30 DA UNA RIUNIONE DEI CR  ​(Calabria-Puglia-Basilicata e Campania) ​PER DEFINIRE L’EDIZIONE 2018.

CLICCA : elenco premiati montagna

CAMPIONATO INTERREGIONALE
Premiati i primi tre di ogni categoria :
1 classificato : targa + scarpe tecniche La Sportiva + bandana + prodotti Enervit.
2 classificato : targa + articolo Noene + bottiglia vino Ferrocinto+bandane+prodotti Pro-Action.
3 classificato : targa +  prodotti Pro-Action e Enervit + bottiglia vino Ferrocinto+bandane.
Prime tre società classifica/combinata con rimborso , targa e bandane.                                                    Quarta e quinta società classifica/combinata con targa e bandane.

 

Non mancate…………… Al termine ricco BUFFET per tutti .

VI ASPETTIAMO……..
Gold Sponsor Circuito : LA SPORTIVA .
Sponsor evento : NOENE , PRO-ACTION/ENERVIT e TENUTE FERROCINTO VINI .

prodotti-enervit-sport-parafarmacia-roseto

 

 

 


————————————————————————————–————————————————————————

Calendario nazionale Corsa in Montagna/Trail 2018

CORSA IN MONTAGNA Campionati Italiani 2018

  • Domenica 6 maggio 2018 – VEZZA D’OGLIO – CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI e di SOCIETA’ ALLIEVI e CADETTI di CORSA IN MONTAGNA
  • Domenica 20 maggio 2018 – PARATICO – CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI e di SOCIETA’ Sen/Pro/Mas di LUNGHE DISTANZE di CORSA in MONTAGNA
  • Sabato 26 maggio 2018 – ARCO – CAMPIONATO ITALIANO di STAFFETTE ALLIEVI di CORSA IN MONTAGNA e TROFEO NAZIONALE di STAFFETTE CADETTI di CORSA IN MONTAGNA
  • Domenica 27 maggio 2018 – ARCO – CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI, JUNIORES e MASTER di STAFFETTE di CORSA in MONTAGNA
  • Domenica 10 giugno 2018 – SALUZZO – CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI e di SOCIETÀ Sen/Pro e Jun di CORSA IN MONTAGNA – 1^ Prova (Salita e Discesa)
  • Sabato 16 giugno 2018 – LANZADA – CAMPIONATI PER REGIONI CADETTI di CORSA IN MONTAGNA
  • Domenica 24 giugno 2018 – AVIANO – CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI e di SOCIETA’ MASTER di CORSA in MONTAGNA
  • Domenica 22 Luglio 2018 – TAVAGNASCO – CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI e di SOCIETÀ Sen/Pro e Jun di CORSA IN MONTAGNA – 2^ Prova (salita)
  • Domenica 7 ottobre 2018 – CHIAVENNA – CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI e di SOCIETA’ del CHILOMETRO VERTICALE di CORSA in MONTAGNA TRAIL
  • Domenica 23 settembre 2018 – MILANO – CAMPIONATO ITALIANO DI TRAIL CORTO

CAMPIONATO INTERREGIONALE DI CORSA IN MONTAGNA 2017 FIDAL-SUD

Fidal Corsa in Montagna

Campionato Interregionale di Corsa in Montagna Fidal Sud (Basilicata/Puglia/Calabria)

                 

clicca x la locandina : 

clicca x il pdf : calendario gare 2017

Comitati Regionali  PUGLIA/BASILICATA

facebook : CorrereinMontagna

—————————————————————

Trail: azzurre d’argento a Badia Prataglia!

Trail: azzurre d’argento a Badia Prataglia!

10 Giugno 2017

Nei Campionati Mondiali della specialità, in provincia di Arezzo, bronzo individuale per Silvia Rampazzo. Quarto il team maschile italiano, vincono lo spagnolo Hernando e la francese Roche.

Italia due volte sul podio nei Campionati Mondiali di trail a Badia Prataglia (Arezzo). La formazione azzurra conquista il secondo posto nella classifica femminile, trascinata dalla veneta Silvia Rampazzo che si mette al collo la medaglia di bronzo individuale in 5h11:07 dopo 49 chilometri. Per il risultato di squadra, fondamentali anche i risultati delle lombarde Gloria Giudici, dodicesima in 5h25:36, e Barbara Bani, 15esima con 5h28:25. Tra i sentieri del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, in gara 266 atleti: 153 uomini e 113 donne, da 38 diverse nazioni. Vittoria allo spagnolo Luis Hernando (4h23:31) e alla francese Adeline Roche (5h00:44), entrambi d’oro anche con la squadra. Al femminile bronzo alla Spagna, mentre il podio maschile viene completato da Francia e Stati Uniti, con il team italiano quarto. Migliore degli azzurri Christian Pizzatti, dodicesimo con 4h42:56, seguito da Stefano Fantuz (16° in 4h45:21) e Luca Carrara (24° in 4h54:24). Tra le donne più dietro Lidia Mongelli (21esima con 5h36:31), Lisa Borzani (24esima con 5h38:22) e Lara Mustat (35esima con 5h56:05), al maschile Massimo Mei (32° in 4h59:19), Fabio Ruga (50° in 5h14:00) e Georg Piazza (65° in 5h25:40). A livello individuale, argento per lo spagnolo Cristofer Clemente (4h24:31) e bronzo al francese Cedric Fleureton (4h28:03), nella gara femminile piazza d’onore per l’altra francese Amandine Ferrato (5h00:47), appena tre secondi alle spalle della connazionale Roche.

Un percorso difficile da interpretare, 49 chilometri con quasi 6000 metri di dislivello totale: molto veloce nella prima parte e muscolare nella seconda, quando le gambe dei concorrenti cominciano a dare segni di cedimento. L’anello ha toccato località di notevole fascino come l’Eremo di Camaldoli, la diga di Ridracoli, La Lama e la chiesetta di Pietrapazza coinvolgendo sette comuni del territorio. Dopo 9 chilometri, il primo a passare all’Eremo di Camaldoli è stato l’americano Andy Wacker davanti al francese Cedric Fleureton e al campione del mondo in carica Luis Alberto Hernando. Nelle posizioni che contano un altro americano, Cody Red, e lo spagnolo Miguel Caballero. Al femminile la statunitense Ladia Albertson conduce sulle francesi Adeline Roche e Amandine Ferrato. In casa Italia quinta posizione temporanea per Silvia Rampazzo, 10ª Gloria Giudici, 11ª Barbara Bani. Dopo 25 chilometri, alla diga di Ridracoli, il transalpino Fleureton si è messo davanti dando il cambio a Wacker, terzo assoluto sempre lo spagnolo Hernando. In quarta e quinta posizione ancora due francesi, Nicolas Martin e Ludovic Pommeret. Anche al femminile cambio al vertice con la francese Roche e la compagna di nazionale Ferrato che provano a mettere la freccia sulla Albertson. Sempre quinta una super Silvia Rampazzo.

In località Prato ai Grilli, archiviata la parte più muscolare di questo Mondiale, è passato in solitaria il transalpino Fluereton. Nonostante un evidente problema alla gamba, secondo uno stoico Luis Hernando a meno di 2 minuti. In terza posizione il finlandese Henri Ansio, segue un altro francese Ludovic Pommeret, decimo Christian Pizzatti. Sul traguardo Hernando vince e si riconferma campione sul connazionale Clemente e un provato Fleureton, al femminile chiudono quasi appaiate le due francesi Roche e Ferrato.

Fonte Fidal.it

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
RISULTATI/Results

La partenza a Badia Prataglia (foto Organizzatori)